• Ore 21:00 Andria
  • Ore 21:00 San Vito dei Normanni (BR)
  • Ore 21:30 Andria
  • Ore 21:00 Il Barrito, Lecce

Puglia Sounds Record

Puglia Sounds Classic 2013

PUGLIA SOUNDS
Se alla vivacità che la vita musicale pugliese dimostra nei campi più vicini ai gusti giovanili, dal jazz al pop e alla musica world, non corrispondesse anche un fermento nel campo cosiddetto classico, ci sarebbe di che preoccuparsi. E invece sono anni che le nuove generazioni di interpreti testimoniano l'ottimo livello raggiunto da Conservatori pugliesi, dai quali provengono sia quanti hanno scelto di intraprendere con successo la carriera solistica, sia invece quanti hanno scelto il campo della ricerca musicologica o della composizione. Questa compilation cerca allora di offrire uno spaccato esauriente delle tante sfaccettature di questo mondo in continuo fermento.

Nel campo più squisitamente interpretativo, è inevitabile partire da alcune registrazioni che colmano lacune o richiamano l'attenzione su pagine di grande valore. E' il caso ad esempio dell'integrale delle composizioni per violino e chitarra del grande Mauro Giuliani avviata dal barlettano Umberto Cafagna con Franco Mezzena o, per restare sempre in ambito  violinistico, delle composizioni di Nino Rota incise dal pluripremiato violinista barese Francesco D'Orazio, che si conferma non solo virtuoso dello strumento, ma anche interprete attento alla scelta dei propri repertori. Lo stesso vale per la pianista Maria Gabriella Bassi, che affronta il Concerto di Jean Françaix in duo con la figlia del celebre compositore francese. E sempre di rarità si deve parlare anche per il lavoro svolto dal duo di Fiorella Sassanelli e Tiziana Portoghese sulla musica di Raoul Pugno. Nel campo della ricerca nel passato, il recupero della musica sacra del molfettese Vito Antonio Cozzoli testimonia l'estrema attenzione con la quale si muove l'etichetta Digressione Music, dinamicissima e peraltro ben rappresentata in questa raccolta, che ci presenta anche un riuscito esperimento di confronto tra l'opera del “Principe dei madrigalisti” Gesualdo da Venosa e una pagina contemporanea a lui dedicata a firma di Gianvincenzo Cresta.

E però è inevitabile sottolineare come sia la “musica di sintesi”, quella cioè intenta a creare punti d'incontro fra la tradizione “classica” e la contemporaneità più quotidiana, meno “accademica” insomma, a occupare uno spazio importante nella raccolta. E' il caso ad esempio della pizzica sinfonica, che si arricchisce di pagine a firma del compositore salentino Ivan Fedele (che è anche responsabile della sezione musica alla Biennale di Venezia) per la direzione di Pietro Milesi. O ancora dei tanti autori e interpreti in qualche modo “crossover” che si interrogano sui linguaggi dei nostri giorni e cercano di sondare nuove direzioni. Ecco allora la contemporaneità di Francesco Lisena, le ricognizioni intorno alle possibilità espressive dell'elettronica di Gabriele Panico e Andrea Senatore (quest'ultimo in duo con il violoncellista Giovanni Sollima), le composizioni di Claudia Mastrorilli e la raccolta di pagine contemporanee che Francesco Palazzo ha curato per dimostrare che anche la fisarmonica può confrontarsi con le musiche dell'oggi. Infine le composizioni più squisitamente narrative di Vincenzo Mastropirro, Luigi Morleo e Salah Addin Roberto Re David tre autori e solisti per i quali l'attività compositiva è anche espressione dei movimenti dell'anima.

E' un patrimonio immenso quello della musica pugliese. Questa raccolta ne è l'ennesima, indispensabile testimonianza.

 

Ugo Sbisà

Audio

EU FSC Regione Puglia Teatro Pubblico Pugliese
© 2012
P.IVA 01071540726 - Licenza SIAE n° 2098/I/2109 | Privacy | HTML5