Puglia Sounds World 2012

Questa nuova compilation testimonia un ideale “avanzamento” dello stato dell’arte per la musica in Puglia e, per quanti abbiano eventualmente ascoltato quella realizzata nel 2011, non sarà difficile cogliere gli ulteriori fermenti di una scena creativa che non accenna minimamente ad acquietarsi, ma anzi si fa sempre più dinamica. Non c’è dubbio che, sotto questo aspetto, il Salento si confermi anche questa volta una sorta di “knitting factory” pugliese, per la sua capacità di ravvivare le proprie secolari tradizioni musicali attraverso riletture che un tempo sarebbero sembrate dissacranti e che invece oggi ci dimostrano come sia possibile far convivere il nuovo con l’antico, consegnandone la memoria alle più giovani generazioni. Dal Canzoniere Grecanico Salentino all’Officina Zoè, dall’Africa contaminata ed “emigrata” di Baye Fall alle voci di Enza Pagliara e Anna Cinzia Villani, dalle atmosfere gitane di Mascarimirì all’etno-dub di Insintesi per arrivare alla Grecìa della “Sparagnina”, quello che ci viene presentato è un universo caleidoscopico nel quale la musica salentina si proietta verso la musica del mondo e la musica del mondo viene assorbita da quella salentina.

Ma la pizzica, la taranta, non costituiscono ovviamente l’unico filone di questa compilation che si apre verso una più estesa idea di Mediterraneo, in ossequio alla vocazione frontaliera dell’intera regione. Ecco allora la fascinosa tradizione dei barbieri musici attivi in Puglia a cavallo tra l’Otto e il Novecento confrontarsi con la musica dei Calixtinus, solo in apparenza antica; la rivisitazione cantautorale e dialettale della propria terra del tarantino Gianni Cellamare e del salentino Mino De Santis; le coinvolgenti sonorità balcaniche della Bandadriatica e della Municipale Balcanica, reminiscenti le fanfare dell’esercito ottomano; il misto fra melos e libertà creativa delle opere di Pippo D’Ambrosio, degli Escargot e dei Radicanto, qui in partnership con Raiz. Tutte tessere di un ampio mosaico che appunto descrive la vivacità della scena pugliese, una regione dai “bordi musicali” in continuo movimento.

 

Ugo Sbisà

Fabrizio Versienti

 

Puglia Sounds World 2012 contiene brani selezionati da Ugo Sbisà e Fabrizio Versienti tratti da dischi pubblicati nel periodo 1 gennaio 2011/30 settembre 2012

PLAYLIST

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

AREA RISERVATA PER ARTISTI E OPERATORI

Sei già registrato? Accedi da qui

Per eliminare il tuo account scrivi a: web@pugliasounds.it