Il sistema musicale pugliese è in continua crescita. I dati del monitoraggio PUGLIA SOUNDS realizzato dall’Istituto Media&Giornalismo dell’Università della Svizzera Italiana (coordinato da Giuseppe Richeri, Daniele Doglio e Marco Meneguzzo) indicano una crescita del 24% nel numero di imprese del settore musicale, un aumento del 68% del numero di giornate lavorative, un’impennata del 34% della spesa del pubblico pagante e stime sul ritorno per ogni euro investito da Puglia Sounds sul Medimex del 5,6 per un impatto economico di 2,24 milioni di euro.
Il settore musicale della Puglia ha manifestato caratteristiche positive sia sotto il profilo strutturale (numero e tipo di imprese, articolazione territoriale, presidio della filiera), sia come veicolo di sviluppo economico diretto (dinamiche di crescita), sia come strumento indiretto di valorizzazione della potenzialità di attrazione di un territorio in relazione ai flussi di consumo turistico-culturale.
Il monitoraggio Puglia Sounds realizzato dall’Istituto Media&Giornalismo dell’Università della Svizzera Italiana e coordinato da Giuseppe Richeri, Daniele Doglio e Marco Meneguzzo è stato presentato ieri a Bari nel corso di una conferenza stampa presso la sala giunta della Presidenza della Regione Puglia.