Si intitola D’amore e di marea il secondo album dei Fabularasa.

Anche in D’amore e di marea tornano gli elementi che hanno caratterizzato in questi anni il progetto Fabularasa: una musica fatta a mano, un’attitudine artigianale nello scrivere e nel suonare, sonorità spaziose, testi levigati, essenze di jazz, fusion e word music, luce meridiana e perizia sartoriale negli arrangiamenti. Le orchestrazioni diventano, assieme a testo, melodia e armonia, parte fondamentale della composizione.

Se il primo En plein air era il disco dell’aria, D’amore e di marea è il disco dell’acqua; dell’acqua e della sete. La vita in mare di viaggiatori, marinai, profughi e contrabbandieri, il Mediterraneo come pratica quotidiana, come rumore di fondo. Un racconto in undici capitoli, di una ricerca necessaria, di un’inquietudine.

Come una conchiglia che restituisce l’illusione del suono del mare, le canzoni di questo disco raccolgono una molteplicità di suggestioni: l’eco della Primavera Araba, la lezione morale di Giuseppe Di Vittorio, il congedo di Ettore Majorana, la fatica dei braccianti di Puglia ai primi del Novecento, la lucida visione profetica di Pier Paolo Pasolini, la “Musica leggera” di Mascagni e ancora storie private lettere e serenate …

Il disco vanta gli interventi di ospiti di prestigio, come il polistrumentista degli Oregon Paul McCandless, il clarinettista Gabriele Mirabassi, che torna a cimentarsi con la canzone d’autore dopo la lunga collaborazione con Gianmaria Testa e, infine, la cantautrice genovese Giua, sicuramente una delle voci più interessanti nel panorama della nuova canzone d’autore italiana.

Tracklist:
  • Rabdomanza
  • Il regalo feat: Gabriele Mirabassi
  • L’oro del mondo feat: Paul McCandless
  • Serenata della controra feat: Paul McCandless
  • Leggero feat: Giua
  • Siciliana
  • Aria feat: Paul McCandless
  • Recessione feat: Gabriele Mirabassi
  • Fiore di vento feat: Paul McCandless
  • Lunamare
  • Majorana si imbarca sul postale