Diario di viaggio

Vincenzo Cipriani al Tolentino Jazz Festival

25 settembre 2020

—Da dove sei partito, dove sei arrivato?

Sono partito venerdì mattina, 25.09, da Gravina in P. accompagnato dal mio gruppo “Cipriani Quartet” alla volta del Politeama di Tolentino (Macerata) presso cui a sera ho tenuto il concerto nell’ambito del Tolentino JAZZ festival, inaugurando la stagione invernale ed eseguendo il mio Progetto di composizioni originali crossover jazz AROUND THE MUSIC.

—Era la tua prima volta in quella location?

Si è trattato della mia prima volta a Tolentino e più in generale nelle Marche.

—Come è stato suonare là?

E’ stata una esperienza unica poiché mi sono esibito con il mio gruppo difronte ad un pubblico che segue costantemente i concerti del Tolentino jazz festival, quindi un pubblico preparato, attento, esigente e, a detta degli organizzatori, molto difficile. Ho potuto constatare nei miei confronti un pubblico molto caloroso (sold out nel rispetto delle linee guida anti-covid) il quale ha apprezzato il mio progetto crossover jazz ritenendolo molto innovativo e per nulla scontato. Quindi ho riscontrato, anche in questa circostanza, la voglia da parte del pubblico di vivere esperienze musicali che si allontanano dal solco della tradizione jazzistica ritenendo che lo stesso è un linguaggio sempre in continua evoluzione.

—Cosa porti a casa di questa esperienza?

Ritornando in Puglia porto con me il bellissimo ricordo e orgoglio per aver inaugurato una stagione prestigiosa di jazz che vede nel suo cartellone nomi come Cafiso, F. Bosso, X. Girotto. L’orgoglio di aver portato attraverso Puglia Sounds un progetto innovativo all’interno di una stagione di jazz classico e di aver riscosso, e lo dico con orgoglio, tanto successo. Inoltre porterò con me il ricordo di aver suonato in una sala concerti eccezionale, modernissima, logisticamente perfetta tanto da mettere a proprio agio artisticamente me e i miei musicisti.

Progetto musicale sostenuto da Puglia Sounds Tour Italia 2020/2021.