Il 28 maggio, a poco più di un anno di distanza dall’uscita del suo disco d’esordio Living in a Movie molto apprezzato anche dal mercato Giapponese, ecco il nuovo lavoro di Eugenio Macchia, trentenne pianista pugliese, dal titolo “In Between” per etichetta Auand promosso con il sostegno di Puglia Sounds Recording. Nuovamente in trio ma con musicisti differenti – questa volta è accompagnato dal conterraneo Dario Di Lecce al contrabbasso e dal batterista abruzzese Nicola Angelucci – questo disco rappresenta per Macchia il dividersi, lo stare nel mezzo cercando equilibrio tra il suono del piano acustico e quello elettrico del Rhodes, tra gli standards e le composizioni originali, tra il sound americano e sue le radici. Nel 2010, anno in cui ha ottenuto due importanti riconoscimenti come miglior pianista (Luca Flores Piano Competition di Firenze e Jimmy Woode Award), dopo un concerto di apertura al quartetto di Dave Liebman gli è stato proposto di suonare una settimana al Dizzy’s Jazz Club di New York. Proprio in quel periodo sono nate le idee e le composizioni per questo nuovo disco.