Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Enza Pagliara – Simpatichina: l’albero che canta

Settembre 16

Dal 16 settembre su YouTube, grazie a Puglia Sounds Producers, lo spettacolo di Enza Pagliara, con testi e drammaturgia di Fabio Chiriatti, arrangiamenti originali di Marco Bardoscia. Dedicato alla cantrice salentina Niceta Petrachi (detta La “Simpatichina”)

Prodotto da Zero Nove Nove e Nauna Cantieri Musicali nella Programmazione Puglia Sounds Producers 2020/2021 della Regione Puglia (FSC 2014/2020 Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro), giovedì 16 settembre alle 19:00 su YouTube appuntamento con “Simpatichina: l’albero che canta.  Enza Pagliara, che cura la produzione artistica con Dario Muci per Nauna Cantieri Musicali, ha curato la direzione artistica dello lo spettacolo dedicato Niceta Petrachi.

La “Simpatichina”, così come era soprannominata e conosciuta, è stata una delle informatrici più significative e apprezzata della tradizione orale salentina, un “albero di canto” che con la sua voce ha tracciato con determinazione e fatica, in anticipo sui tempi, un sentiero di libertà e di coraggio per le donne del sud. Dopo aver trascorso tutta la giovinezza e parte della sua vita adulta nelle campagne della sua Melendugno, all’inizio degli anni Settanta si trasferì a Lecce, dove viene a contatto con ricercatrici e musiciste, tra cui anche la stessa Giovanna Marini, che la intervista e ne studia i modi di canto.

A partire dalla fine degli anni 90, Enza Pagliara ha incontrato e intervistato “la Teta”, raccogliendo documenti sonori che testimoniano attraverso i canti stessi,  il passaggio dal canto contadino rurale al canto cittadino. Nell’inedito video diretto da Francesco De Giorgi, i canti si intrecciano con le storie: la storia della Teta, della donna e della cantrice. Lo spettacolo nasce da un’idea di Luigi Chiriatti e debutta la prima volta nell’agosto del 2018. Enza Pagliara, ne cura l’allestimento andando a pescare nel grande archivio di registrazioni effettuate dalla stessa cantante ricercatrice, per circa trent’anni. Enza affida gli arrangiamenti per quartetto d’archi, tromba e percussioni al Maestro Marco Bardoscia, mentre la drammaturgia viene affidata a Fabio Chiriatti.  L’ensemble è composto da Giorgio Distante (tromba); Francesco Pellizzari (percussioni), ,  Roberta Mazzotta(I violino),  Paola Barone (violino),  Laura Pellè e Paolo D’Armento  (viola) e Marco Schiavone (violoncello).

La scaletta con “Bada bada bene Pierina”, “T’aggiu amata”, “Donne de coppe”, “Malachianta”, “Cecilia”, “Ieri sira”, “La cerva”, “Carciri” e “Pizzicarella”, presenta alcuni dei brani. La scenografia è stata curata da Maurizio ButtazzoBetta Selleri. Post produzione audio a cura di Nanni Surace. Il video è stato registrato nel Comune di Melendugno, nel sito archeologico di “Roca Nuova”, grazie alla gentile collaborazione del comune di Melendugno, Vivarch aps, Sovraintendenza ai beni culturali. Assisstente di produzione per Nauna Cantieri Musicali Claudia De Ventura.

 

Con oltre 20 anni di carriera, Enza Pagliara, è una delle voci più importanti della penisola salentina, esponente chiave a livello internazionale della musica tradizionale del Sud Italia. Enza è una protagonista di prim’ordine nel movimento di riproposta, vissuto negli ultimi decenni, da questo repertorio musicale: la sua voce, così forte, affascinante e accattivante per qualsiasi pubblico, rinnova, rinvigorisce e attualizza antiche canzoni popolari.

Dettagli

Data:
Settembre 16
Categoria Evento:
https://www.youtube.com/watch?v=w6nH6SLNS8o