Medimex

International Festival & Music Conference

Medimex

International Festival & Music Conference

Dal 2011, Puglia Sounds organizza il MEDIMEX, che da fiera delle musiche del Mediterraneo (2011) a Salone dell’Innovazione musicale a International Festival & Music Conference (2017) ha assecondato negli anni l’evoluzione del mercato musicale divenendo un punto di riferimento, in Italia e in Europa, per i player nazionali e internazionali.

DIGITAL EDITION, 3 - 18 giugno 2020

Medimex 2020

Medimex D chiude con quasi 100 ore di attività in streaming e 350mila persone raggiunte sui social network. La prima music conference internazionale digitale dal 3 al 18 giugno ha proposto attività dedicate alla formazione e ai professionisti della musica con workshop, approfondimenti, webinar, focus sulla scena internazionale, scuole di musica e una speciale lezione di Rock.

Quasi 100 ore di attività in streaming, 350mila persone raggiunte sui social network, circa 70mila le visualizzazioni complessive registrate ad oggi e 1500 gli utenti che hanno partecipato a workshop e webinar online.

Numerosi gli ospiti, italiani e internazionali, e i temi affrontati. Da il Futuro della Musica Live con Clemente Zard (Vivo Concerti) e Tommaso Paradiso a Una vita in Streaming con Chiara Santoro (Google Italia) e Ghemon, passando per La crisi è indie? con Claudio Ferrante (Artist First) e Francesco Sarcina Le Major e la crisi con Andrea Rosi (Sony) e Riccardo Zanotti (Pinguini Tattici Nucleari). Successo per la Lezione di Rock: Musica in Puglia con Ernesto Assante e Diodato, viaggio in una delle regioni più musicali d’Italia e tra i suoi artisti, che nel corso degli anni hanno scritto pagine fondamentali nella storia della musica italiana. Ampio il focus sulla scena internazionale, rivolto a artisti e operatori musicali, con i webinar Live streaming and connected experiences con Jan Ole Otnaes, Christoph Huber, Raffaele Casarano e Roberto Ottaviano, How the COVID-19 Crisis May Change the Music Business con Martin Goldschmidt, Someone To Watch Over Me a cura di EJN, Europe Jazz Network e Comunicare in tempo di crisi con Georgia Taglietti. Spazio anche alla sincronizzazione con masterclass e workshop a cura di NODE: Tecniche e prassi compositive per la musica da film con il maestro Claudio Simonetti (Goblin), Sound Design for Gaming con Andrea Federici (Accademia Italiana Videogiochi), Il contratto editoriale destinato alle sincronizzazioni con Marco Barbone, Listening session a cura di Guild of Music Supervisor UK con Nick Angel e Ben Sumner e infine James Hannigan in conversation with John Broomhall. Molto seguita la versione digitale di Puglia Sounds Musicarium, la scuola dei mestieri musicali con le consuete versioni base e advanced, con numeroase lezioni: Autoproduzioni con Antonella Rizzi, Il musicista nell’era digitale con Massimo Bonelli, Social Music Marketing: trovare nuovi fan con i social con Gabriele Aprile, Scrittura testi e musiche con Giuseppe Anastasi, Ritratti Rock – Post produzione fotografica con Giovanni Canitano e Registrazione e Missaggio In-The-Box con Marc Urselli, tre volte vincitore del Grammy Award. Grande partecipazione anche per Puglia Sounds Plus: incontro con gli operatori in cui Loredana Capone, assessore regionale all’Industria Turistica e Culturale, e Cesare Veronico, coordinatore artistico Puglia Sounds/Medimex, hanno illustrato ad operatori e artisti i nuovi avvisi pubblici di Puglia Sounds immaginati per affrontare il complesso scenario nel quale versa il settore della musica pugliese.

Patti Smith, Taranto 2019

TARANTO, 4 - 9 giugno 2019

Medimex 2019

80mila presenze a Taranto per l’edizione del Medimex 2019.

È stato un crescendo di musica e partecipazione, a partire dai concerti sul main stage della Rotonda del Lungomare, dove si è consumato un weekend indimenticabile con i concerti di Cigarettes After Sex, Editors, Liam Gallagher e Patti Smith e dagli artisti “spalla” Julielle, JoyCut, King Hammond & The Rude Boy Mafia, Sound of Garden e Kalàscima, e i dj set di Virgin Radio con Ringo e Toky e del più grande dei fratelli Gallagher, Paul Anthony.

E poi, novità di questa edizione, la due giorni di live nella Villa Peripato che ha radunato migliaia di appassionati per le esibizioni di Clock DVA, Giunto di Cardano, James Senese con Napoli Centrale, Ensi e Johnny Marisiglia, Gio Evan con Roberto Dellera & Enrico Gabrielli, la Woodstock Special Project Band, La Municipàl e gli Asian Dub Foundation. Villa Peripato si è trasformata in una cittadella della musica anche con il Medimex Music Market feat Independent Label Market e la lezione su Woodstock di Ernesto Assante e Giovanni Canitano.

Tutti in fila per gli incontri d’autore per le chiacchierate all’Università con alcune figure di spicco della musica italiana, da Piero Pelù a Motta, Mezzosangue, Frankie hi nrg e Franco 126 e i protagonisti di due eventi del Medimex, il fotografo Baron Wolman, che con David Silverstein firma l’inedita mostra fotografica su Woodstock e Jimi Hendrix e l’icona del rock Patti Smith. Nell’aula magna l’artista si è raccontata davanti ad una folla straripante, ripagata con un’interpretazione “a cappella” da brividi di “Because the Night”, poi cantata sul palco della Rotonda del Lungomare per il concerto di chiusura di domenica 9 giugno 2019, durante il quale Patti Smith ha ringraziato Taranto e espresso solidarietà per le sue battaglie.

Dunque, il Medimex, che nel borgo ha fatto tappa anche al Teatro Fusco con due serate-anteprima di proiezioni, ha fatto brulicare la città vecchia, dove oltre agli incontri d’autore erano in programma, tra Università, Istituto Musicale Paisello e Caffè Letterario Cibo per la Mente, attività professionali destinate ad operatori e professionisti del mercato musicale, lezioni di musica e presentazioni di libri. Medimex, infatti, non è solo grandi concerti e ospiti internazionali, ma rappresenta anche una grande opportunità di crescita per il comparto musicale pugliese. Oltre 500 gli operatoti, gli artisti e i rappresentanti di imprese musicali pugliesi che hanno partecipato a Puglia Sounds Musicarium, Songwriting Camp, workshop e face to face(s) con docenti di primo piano e rappresentanti di importanti festival internazionali.

Bryan Ferry, Foggia 2019

FOGGIA, 11 - 14 aprile 2019

Medimex 2019

Straordinaria la risposta del pubblico e della città, con grande partecipazione ai live di Renzo Arbore e Bryan Ferry, alle mostre, agli incontri d’autore con gli artisti, alle lezioni di musica e a tutte le altre iniziative dislocate nella città.
Nonostante le condizioni climatiche particolarmente avverse, è stato un successo il concerto jazz coordinato da Renzo Arbore, che ha chiamato a raccolta il trombettista Enrico Rava, The Italian Trio (la formazione capitanata dal pianista Dado Moroni, con Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria), il sassofonista Stefano Di Battista, il pianista Enrico Zanisi, la vocalist Nicky Nicolai e l’ospite speciale Noemi. Pubblico delle grandi occasioni per l’unica data italiana del tour mondiale di Bryan Ferry, l’ex frontman dei Roxy Music che, a margine dello splendido e raffinato concerto-medley, durante il quale ha riproposto tutti i grandi successi da solista e con la sua storica band, ha ricevuto il Premio Medimex Foggia.
Foggia ha fatto registrare una larghissima partecipazione anche agli Incontri d’autore, con file agli ingressi, entusiasmo alle stelle del pubblico e sale di Palazzo della Dogana e Teatro del Fuoco prese d’assalto dagli appassionati per gli incontri con Klaus Voormann, Renzo Arbore, Maurizio Carucci degli Ex-Otago, Noemi, Ermal Meta, Nina Zilli e Pierdavide Carone. Sala piena anche al Conservatorio Giordano per il concerto Beatles and more dell’Orchestra Young dell’Istituto. E ottima affluenza a Palazzo della Dogana per le mostre Pattie Boyd & The Beatles (inaugurata con un video mapping dedicato ai Fab Four dall’impatto visivo ed emotivo davvero particolare) e Two for Jazz, e alla Fondazione Monti Uniti per il Fender Vintage dedicato alle celebri chitarre americane. Bilancio estremamente positivo, inoltre, per le lezioni del Songwriting Camp e del Puglia Sounds Musicarium. Le due scuole dedicate ai mestieri della musica hanno fatto registrare 170 partecipanti.

Placebo, Taranto 2018

TARANTO, 7 - 10 giugno 2018

Medimex 2018

Estremamente positivo il bilancio dell’edizione 2018, con oltre 60mila presenze tra concerti, attività professionali, incontri d’autore, dj set, mostre e attività collaterali.

Circa 200 gli artisti coinvolti, quasi 400 gli operatori – nazionali e pugliesi – impegnati nelle attività professionali, 800mila i contatti sui social, tantissime presenze turistiche, 120 testate giornalistiche accreditate con la copertura dei principali media nazionali.

Grandissima partecipazione a tutti gli appuntamenti live dislocati tra i vari palchi. Il main stage della Rotonda del Lungomare per tre giorni ha ospitato i Kraftwerk per l’unica data italiana del loro show tridimensionale, i Placebo, Roni Size e Dynamite MC, Metà Metà, Kiol, Casino Royale, Canzoniere Grecanico Salentino, E Green con Fido Guido e Zakalicious, Nitro e, infine, Daddy G dei Massive Attack. Sul palco del Molo Sant’Eligio si sono tenuti, dopo la mezzanotte, le esibizioni di Dj Gruff con Gianluca Petrella e dei Mangaboo, e nel pomeriggio gli showcase degli artisti delle scene indie/pop/rock, world e jazz e altri live collaterali. E poi, gli appuntamenti nella Villa Peripato, dove si sono svolti gli incontri d’autore con Diodato, Emma Marrone, Giuliano Sangiorgi, Raphael Gualazzi, Ultimo, Ghemon, Renzo Rubino, Mirkoeilcane, Paul Cook dei Sex Pistols e Nitro, presentazioni di libri, proiezioni e il Market delle etichette indipendenti con dj set. Hanno incontrato il pubblico, al MArTa, Michael Lavine e Charles Peterson, i due fotografi americani dei quali il Museo archeologico ospita sino al 1° luglio gli scatti (alcuni in esclusiva per il Medimex) della mostra «Kurt Cobain & Il Grunge: Una rivoluzione», che ha già fatto registrare quasi mille visitatori paganti. In esclusiva italiana per il Medimex anche l’installazione site specific «Learning How to See in the Dark» realizzata per il Castello Aragonese da Arthur Duff su commissione del progetto di arte contemporanea ConTempo.

Iggy Pop, Bari 2017

BARI, 8 - 11 giugno 2017

Medimex 2017

Oltre 120mila le presenze complessive tra concerti, attività professionali, incontri d’autore, djset, mostre e attività collaterali nel programma del Medimex, International festival e music conference promosso da Puglia Sounds.

200 artisti coinvolti, oltre 200 operatori – nazionali e pugliesi – impegnati nelle attività professionali, 1 milione di contatti sui social, presenze turistiche (con strutture ricettive sold out), 130 testate accreditate con la copertura dei principali media nazionali. Sono i numeri del Medimex 2017 special edition, che si è chiuso con un bilancio straordinario in termini di partecipazione e ricaduta.

Grandissima partecipazione a tutti gli appuntamenti live dislocati tra vari palchi. Il main stage di piazza Prefettura, che ha ospitato l’unica data italiana di Iggy Pop, i concerti di Tricky e Slowdive e i progetti pugliesi in prima assoluta di Edro & Richard Sinclair e Municipale Balcanica. Il palco di largo Giannella ha ospitato le prime assolute dei pugliesi Nicola Conte, Gianluca Petrella e Raffaele Casarano, Comagatte & South Cypher Alliance e ancora Jessy Lanza, Salmo, Gemitaiz & Madman/Priestess. Il Teatro Petruzzelli il concerto in esclusiva italiana di Solange, aperto dalla prima del progetto pugliese Italian Soul Summir feat. Serena Brancale, Ainé e Davide Shorty, ha fatto registrare il tutto esaurito. Molto seguiti anche gli showcase dei jazzisti pugliesi, i concerti anteprima di Bari Suona, quelli collaterali dei vari contest rivolti ai gruppi emergenti e le attività che hanno preceduto e accompagnato il Medimex, dal ciclo di proiezioni a Largo 2 giugno al Market delle etichette indipendenti, passando per i vari dj set nello spazio Murat e a Torre Quetta.
Tutti affollati gli incontri d’autore con alcuni dei protagonisti della scena italiana, Gaetano Curreri, Raf, Michele Bravi, Calcutta, Antonino, Boom da Bash, Calcutta, Cosmo, Samuel, Fabrizio Moro e Nesli, con gli storici giornalisti musicali Ashley Kahn e Carlo Massarini e con il fotografo di David Bowie e Iggy Pop, il giapponese Masayoshi Sukita, del quale la mostra in corso al Castello Svevo sul quarantennale di Heroes (sino al 2 luglio) nei primi tre giorni ha già fatto registrare 1.500 visitatori.

Brian Eno, Light Music, Bari 2015

BARI, 29 - 31 ottobre 2015

Medimex 2015

Diodato, Manuel Agnelli, Bari 2014

Medimex 2014

BARI, 30 ottobre - 1 novembre 2014

Imany, Bari 2013

BARI, 6 - 8 dicembre 2013

Medimex 2013

Asaf Avidan, Bari 2012

BARI, 22 - 25 novembre 2012

Medimex 2012

Vinicio Capossela, Bari 2011

BARI, 25 - 27 novembre 2011

Medimex 2011