Taranta Nera –  il Salento incontra l’africa spettacolo musicale del gruppo Officina Zoè con Baba Sissoko, Mamani Keita e Sourakhata Dioubate che ha debuttato a Lecce il 28 ottobre 2011, prodotto in Puglia con il sostegno di Puglia Sounds, è diventato un cd in uscita per l’etichetta Irma Records / Italian World Music. Due luoghi del Sud del Mondo entrambi depositari di tradizioni millenarie fondate sulle forme artistiche umane più semplici e quindi più profonde: le voci e le percussioni.  Le voci come comunicazione ed espressione  come le voci dei griot portano le notizie nei villaggi sperduti della savana, i canti di lavoro delle donne salentine scandiscono il duro lavoro nei campi.
Le percussioni come battito vitale della terra e delle cerimonie come i tamburi africani fungono da veicolo di comunicazione e di transe nelle cerimonie tribali,  il battito del tamburello salentino scandisce da tempi immemori le cerimonie di guarigione dal morso della taranta e portano fino a noi i ritmi dei riti dionisiaci. Un incrocio al Sud quindi, per un incontro originale e coinvolgente in cui la pizzica tarantata incontra i ritmi africani, la frenesia dei tamburelli dialoga con il talking-drum, il canto griko si fonde con la tradizione orale dei griot del Mali.